Prassi di riferimento


Pubblicata da UNI il 10 Giugno 2019, la Prassi di riferimento UNI/PdR 60:2019 si prefigge l’obiettivo di incrementare i livelli di professionalità degli operatori del settore delle sostanze chimiche, individuandone le attività, i compiti e le relative conoscenze, abilità e competenze.

L’esperto del ciclo di vita delle sostanze, nelle sue due declinazioni RSDS (Responsabile Schede di Dati di Sicurezza) ed ESR (Esperto Sistema Rifiuti), si occupa di seguire le sostanze, in quanto tali o contenute in miscele, dalla loro immissione sul mercato fino al loro smaltimento come rifiuto nelle possibili matrici ambientali.

I due profili professionali coprono rispettivamente le funzioni di:

  • raccolta e analisi dei dati aziendali necessari per l’elaborazione di SDS di sostanze e miscele immesse sul mercato dell’Unione Europea;
  • descrizione dell’intero processo di gestione dei rifiuti, al fine di ottimizzarlo principalmente dal punto di vista dell’impatto ambientale ma anche, dove possibile, dal punto di vista economico.

La prassi descrive inoltre gli elementi sulla base dei quali certificare queste due figure professionali, specificando nel dettaglio le modalità con cui vanno svolte le prove (orali e scritte), la composizione della Commissione d’esame e i prerequisiti di accesso per i differenti profili.

Insieme agli esperti EPTAS hanno partecipato alla stesura della prassi anche esperti dell’Istituto Superiore di Sanità, di Intertek Italia e di Accredia.

Scarica la Prassi UNI/PdR 60:2019